Nel cuore dell’Italia tra le Marche e l’Umbria si ergono imponenti i Monti Sibillini con oltre 20 vette che superano i duemila metri fino a raggiungere i 2.476m. del Monte Vettore. Nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini numerosi sono i percorsi dedicati alla mountain bike e esplorare il Parco in sella ad una mountain bike consente di catturare sensazioni laddove i motori spegnerebbero il canto degli uccelli e consente di viaggiare lungo strade imperiali e sentieri in origine per le tregge dei contadini i muli dei boscaioli. Continua a leggere »

Bellissima e impegnativa cicloescursione sull’appennino toscano con inizio da Poggio Mandri (comune di Londa) che si inoltra nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi includendo salite panoramiche, tratti su crinale, discese su single track, la conquista della cima del Monte Falco (1.658m), del Monte Falterona (1.654m) e il passaggio dalle sorgenti del fiume Arno. Un giro epico che ci farà ammirare la bellezza di questo territorio ma che richiede una buona preparazione atletica e un’ottima capacità di guida in discesa. Continua a leggere »

A seguito del successo ottenuto con il 7° Raduno Regionale di cicloescursionismo del CAI, riproponiamo Monte Morello per chi non lo conosce e vuole scoprire la sua eccezionale rete sentieristica MTB. Continua a leggere »

Geograficamente formato da parte del Valdarno, parte della Valdelsa e parte della Val di Pesa, il Chianti fiorentino è uno spettacolare territorio della bella Toscana che non include soltanto una zona viticola. L’itinerario di questa cicloescursione percorre una parte della Via Romea del Chianti che collega le città di Firenze e Siena attraversando il cuore della regione, un’antica via di pellegrinaggio lungo borghi antichi, chiese, monasteri, fattorie e rovine con panorami che lasciano senza fiato. Percorreremo per lo più strade sterrate in combinazione con un po’ di asfalto. È prevista una sosta per il pranzo, al sacco oppure a tavola, in trattoria tipica. Dopo aver mangiato, il rientro al punto di partenza è dolce su una ciclabile lungo il fiume Pesa. Continua a leggere »

Il Cai di Sesto Fiorentino organizza in collaborazione con l’asd dei Briganti di Monte Morello una giornata all’insegna del divertimento in mtb. Continua a leggere »

Tutta l’area del Contrafforte è stata riconosciuta per la sua rilevanza sia dal punto di vista naturalistico che geologico, un “sito di importanza comunitaria” (SIC) ma anche una “zona di protezione speciale” (ZPS), secondo quelle che sono le normative europee in materia. Il nome “Contrafforte” deriva dal fatto che durante il Pliocene (3-5 milioni di anni fa) tutta questa zona era un golfo marino e quanto oggi si può ancora vedere. Continua a leggere »