Questo gruppo montuoso con i suoi 1060 m. di quota, è il rilievo più alto delle Colline Metallifere che si affaccia sull’Arcipelago Toscano e oltre, fino a lasciar intravedere la Corsica e a scorgere sul lato opposto, la città di Siena e il Monte Amiata. Al confine tra le province di Siena e Grosseto, quella delle Cornate è considerata un’area ricca di risorse vegetali, faunistiche e minerali che ci mostra ancora antiche tracce del lavoro minerario dell’uomo soprattutto per la ricerca dell’argento. Inoltre le due vecchie cave di “Calcare Ammonitico”, detto anche “Marmo Rosso o Persichino”, sono famose per aver fornito la splendida pietra rosa usata per la decorazione del Duomo di Siena.

Ai piedi del rilievo montuoso delle Cornate si trova il piccolo borgo di Gerfalco, presumibilmente già abitato da popolazioni sassoni, arrivate con le invasioni barbariche per lo sfuttamento delle sue preziose miniere d’argento. Il suo nome infatti deriva dal tedesco antico “Ger-Falke” che significa portatore di falco.

Il borgo è sorto in epoca medievale ed è stato ripetutamente conteso dai Vescovi di Volterra, dalle famiglie Pannocchieschi e Aldobrandeschi, nonchè dalle Repubbliche di Siena e di Massa Marittima, per potersi assicurare lo sfruttamento dell’argento delle miniere presenti nella zona. Dopo un periodo di decadenza dovuto all’esaurimento del filone argentifero il paese di Gerfalco venne inglobato nel Granducato di Toscana.

Anche la fauna delle Cornate conta esemplari rarissimi altrove come il lupo, il gatto selvatico, le martore e le puzzole, il lanario e il falco pellegrino (rari in tutta Italia) trovano ambiente favorevole per la nidificazione tra le pareti rocciose di questi rilievi.


Partenza: Da Sesto F.no parcheggio di fronte al Carrefour alle ore 7.30 con arrivo previsto a Gerfalco alle 9

Itinerario: Gerfalco m 774, le Cornate m 1060, poggio Ritrovoli m 1014, Gerfalco

Tempo: 6 h

Difficoltà: E

Ritorno: Da Gerfalco alle 16.30 con arrivo previsto a Sesto F.no alle ore 18

Note: Pranzo a sacco.

Direttori: AE Silvio Bacci, 055.4212609, cell. 3335662468

Mauro Nocentini, cell. 338.4785718