Nei pressi di Massa Marittima, a pian delle Venelle, sorgeva il Carapax,centro europeo per la salvaguardia delle tartarughe. Oltre 2000 esemplari di numerose specie terrestri e acquatiche erano presenti nel centro, chiuso nel 2009. Oggi il Carapax è ritornato in possesso della Comunità Montana Colline Metallifere ma è in stato di abbandono.

A testimonianza del relitto del progetto Carapax c’è anche una insolita concentrazione di T.hermanni in tutta la zona: esemplari di popolazioni provenienti da tutta Italia e ognuna con una storia da raccontare, spesso triste, perché il Carapax raccoglieva i molti esemplari provenienti da cattività non autorizzate o da commerci illeciti sequestrati dal vecchio CFS. In questi luoghi è possibile capire quanto l’uomo abbia malamente e pesantemente agito sulle popolazioni autoctone di T.hermanni causando problemi di ibridazioni inter e intraspecifica. Sui singoli soggetti è invece possibile capire quali sono le problematiche connesse alla detenzione e alla cattività di questi animali e come un errato approccio o la poca informazione abbiano causato danni irreversibili sui rettili. Il percorso si snoda in un contesto naturalistico-ambientale di grande pregio, con numerosi scorci panoramici di grande bellezza e tocca luoghi di notevole rilievo da un punto di vista archeologico. Nei pressi del lago dell’Accesa, in località Macchia del Monte, si trova un’area archeologica in cui sono visibili resti di un abitato etrusco del VI sec. a.C.. La notevole lunghezza e la presenza di tre tratti con forte pendenza (oltre il 22%), nella zona tra Poggio delle Rigattaie e Poggio Castiglione rendono il percorso impegnativo.

Partenza: Da Calenzano parcheggio Carrefour alle ore 7 con arrivo previsto a Valpiana alle ore 9.

Itinerario: Valpiana ( 147 m ) – C. Bonsecco ( 198 m ) – C. Bonsecchino ( 221 m ) – Podere Poggio Corbello

( 201 m ) – Lago dell’Accesa ( 155 m ) – Poggio Corbello ( 289 m ) – Poggio delle Rigattaie ( 217 m ) – Poggio

Castiglione ( 127 m ) – Casa il Cilindro ( 86 m ) – Valpiana.

Tempo: 6 h

Difficoltà: E

Ritorno: Da Valpiana alle ore 17.30 con arrivo previsto a Calenzano alle ore 20.

Note: Uscita con mezzi propri a costo condiviso. Si consiglia di portare con sé racchette da escursionismo o

bastoni, almeno un litro di acqua a testa. Pranzo al sacco. Indossare capi sportivi e scarpe da escursionismo

con ottime suole.

Direttori: Fabrizio Fioravanti, fiorfabri@inwind.it, cell. 347 4434654; ASE Ciani Francesca, francesca.0.ciani@

gmail.com, cell. 338.1930569