Sabato 6 aprile

Questa volta raggiungeremo la cima del Falterona dal versante Casentinese anziché dal classico sentiero dalla Fonte del Borbotto. Da Stia raggiungeremo la Madonna di Montalto dove parcheggeremo.

Da qui, per il sentiero 2A raggiungeremo a Bocca Pecorina dove prenderemo il sentiero CT4 che ci porterà attraverso maestose faggete alla vetta del Monte Falterona a m 1654.

Scenderemo per il sentiero 00 fino al passo delle Crocicchie da dove raggiungeremo la sorgente dell’Arno e da qui il Lago degli Idoli.

Il lago, conosciuto per la sua importanza storica, è stato un luogo di passaggio nell’antichità, un sito conosciuto anche dagli Etruschi che hanno fatto di questo luogo, un luogo di culto e di pellegrinaggio.

È una calda estate del 1838, quando una pastorella, cercando refrigerio nelle acque del laghetto della Ciliegeta, quando con i piedi sente un’oggetto spigoloso sul fondo, si china e dall’acqua estrae una meravigliosa statuetta in bronzo. Convinta che fosse una statua della Madonna, decide di mostrarla al prete di Montalto. Il pievano guarda la statuetta e capisce subito di avere tra le mani una statuetta etrusca raffigurante “Eracle”. Da quel giorno il lago,rinominato Lago degli Idoli, ha restutuito centinaia di bronzetti, migliaia di monete, punte di freccia, pugnali, lance e pezzi di ceramica. Il Lago degli Idoli, si rivelò uno dei più importanti santuari di tutto l’antico mondo etrusco.

Partenza: Da Sesto F.no parcheggio di fronte al Carrefour alle ore 7.30 con arrivo previsto a Madonna di Montalto alle 9.00

Itinerario: Madonna di Montalto m 854, Bocca Pecorina m 1094, Monte Falterona m 1654, Le Crocicchie m 1407, Capo d’Arno m 1372, Lago degli Idoli, Bocca Pecorina, Madonna di Montalto.

Tempo: 6 h 00’

Difficoltà: E

Ritorno: Da Madonna di Montalto alle 17 con arrivo previsto a Sesto F.no alle ore 18,30

Note: Pranzo a sacco.

Direttori: AE Silvio Bacci, 055.4212609, cell. 3335662468 – Mauro Nocentini, cell. 338.4785718