Il Monte Sagro (1753 m) si erge a lato della dorsale principale delle Apuane e può essere considerato un avamposto imponente proteso verso il Mar Ligure. Dalla sua cima si domina gran parte della catena apuana dal Pizzo d’Uccello fino alle Panie, ma anche le isole del golfo di La Spezia, la Gorgona, e tutta la litoranea da Monte Marcello alla Versilia. A sud, nei Vallini del Sagro, la vista si perde in uno dei bacini marmiferi più vasti e inquietanti.

Il versante ovest, che noi percorreremo, si distende in un’ampia conca ricoperta di prati che ne mitigano la forma massiccia, simile a una grande piramide con fianchi scoscesi e profondi e con spigoli netti ad ogni cambiamento di versante.

RITROVO: parcheggio del Rifugio Carrara alle ore 9.30.

Itinerario: dal Parcheggio Rifugio Carrara con sentiero 173 al Monte Borla, discesa a Foce La Pianza e poi in salita per la ripida direttissima, fino alla cima del Sagro. Discesa con il sentiero che taglia tutto il versante ovest fino a ritornare, col sentiero 172, alla foce La Pianza e, con strada sterrata, al parcheggio.

Dislivello: 650 m

Tempo: 4 h 30’

Difficoltà: E

Note: Pranzo a sacco.

Indispensabili: scarpe con ottime suole, mancanza di vertigini e passo fermo.

Direttori: Silvia Sarri cell 3296116104 – mail: silviasarri54@gmail.com

Cristina Tognozzi 3387357261 – mail: cristinatognozzi@virgilio.it

MAX 20 PERSONE