Tutta l’area del Contrafforte è stata riconosciuta per la sua rilevanza sia dal punto di vista naturalistico che geologico, un “sito di importanza comunitaria” (SIC) ma anche una “zona di protezione speciale” (ZPS), secondo quelle che sono le normative europee in materia. Il nome “Contrafforte” deriva dal fatto che durante il Pliocene (3-5 milioni di anni fa) tutta questa zona era un golfo marino e quanto oggi si può ancora vedere.

Percorreremo sentieri all’interno della Riserva Naturale del Contrafforte Pliocenico, intersecando in alcuni punti la Via degli Dei, salendo sul Monte Adone, il Monte del Frate e scendendo da Monte Mario. Intersezionale con la sezione di Castelfranco.

Ritrovo: Sasso Marconi al parcheggio delle autocorriere alle ore 8:30, partenza entro le 9

Percorso: Sasso Marconi (128 m) – Mulino D’Albano – Pulica – Sella di Monte Mario (335 m) – Monte del Frate (547 m) – Monte Adone (654 m) – Poggio dell’Oca (435 m) – La commenda (379 m) – Mugnano di Sopra (235 m) – Mulino D’Albano – Sasso Marconi (128 m)

Tempo: h 5

Difficoltà: BC/BC

Distanza: 31 km

Dislivello: +/-1050m

Ritorno: a Sasso Marconi al parcheggio delle autocorriere (ore 14:00)

Note: Casco obbligatorio e accessori di ricambio per eventuali guasti meccanici e abbigliamento adeguato. Possibilità di pranzo in trattoria al rientro in paese.

Direzione gita: Giuseppe Cavazzoni, tel: 335.5751535 – gcav5663@gmail.com

Alessandro Gamannossi, 335.6101914 – alegamannossi@gmail.com