A dieci anni dalla prima camminata, anche quest’anno ripercorriamo i sentieri della Resistenza lungo il crinale della Calvana. Partendo dalla Cementizia della Querce si raggiunge, attraverso le faticose scalette, il poggio Castiglioni dal quale si possono vedere i tre duomi: Firenze, Prato e Pistoia. Si prosegue alla volta della Retaia per il sentiero ricco di doline, per la pausa pranzo e per ammirare l’ampio panorama dalla croce sulla sommità. Dopo la pausa si continua sul verde crinale verso il monte Cantagrilli, la cui vetta affaccia su scorci di Mugello. Si scende quindi al passo di Valibona, per la sosta al cippo partigiano e al nuovo museo della Resistenza. La discesa segue sul lato sinistro del Rio Buti sino a S.Lucia da cui, attraverso la pedecollinare, si chiude l’anello. Il dislivello in salita si affronta tutto nelle prime ore dell’escursione. Per quanto l’itinerario sia di tipo turistico e non preveda passaggi particolarmente difficili o faticosi, la sua lunghezza e panoramicità lo rendono interessante ed appagante.

Partenza: Cementizia di Prato (via Paolo Bettarini, zona La Querce) ore 8:30.
Itinerario: Cementizia – P.ggio Castiglioni (397 m) – La Retaia (768 m) – M.te Cantagrilli (818 m) – P.sso di Valibona (602 m) – museo della Resistenza – Santa Lucia – Cementizia.
Tempo: 9 h
Difficoltà: T – 20 km
Note: Pranzo a sacco. 1,5 lt di acqua. Indispensabili: scarpe con ottime suole, crema solare, buoni polpacci.
Organizzata in collaborazione con l’Ass. Amici della Spolpacciata.
Direttori: Matteo Prussi, matteo@muovitilibero.it, cell. 328.7118312; AE Fabiano Magi, magifabiano@gmail.com cell. 3663906698; Francesca Ciani, francesca.0.ciani@gmail.com, cell. 338.1930569