Durata
5 h
Dislivello
+755 m / -820 m
E

L’escursione inizia dal piazzale del Faggiotto, 3 km circa dopo la Traversa sulla statale del Passo della Futa. Avremo preventivamente lasciato un’auto al Covigliaio dove terminerà la gita. Il Percorso si svolge all’interno dell’area protetta ANPIL Sasso di Castro–Monte Beni che si trova a cavallo dell’alta valle del Fiume Santerno e del Torrente Savena, nel comune di Firenzuola.

Il complesso montuoso Sasso di Castro-Monte Beni è caratterizzato dalla presenza di una peculiare emergenza geomorfologica rappresentata da affioramenti ofiolitici denominati “le serpentine”, che nell’alto bacino del torrente Savena formano un luogo di grande interesse naturalistico. Gli affioramenti sono collocati all’interno di una stupenda cornice di boschi di latifoglie e parcelle di conifere. Attraversata la statale si prende una strada forestale ed al secondo bivio si va a sinistra su sentiero che taglia tutto il versante sud est del Sasso di Castro fino a raggiungere il crinale che si segue fino alla vetta. Si prosegue per crinale e, oltrepassata la cima del Monte Rosso si scende per andare al belvedere dei Sassarelli. Da qui, aggirando il Colle del Covigliaio si sale prima in cima al Monte Freddi e successivamente al dirimpettaio Monte Beni, dal quale poi scenderemo al Covigliaio.

Partenza: dal parcheggio di fronte al Carrefour di Calenzano alle ore 7:00 per il Passo della Futa ed il Faggiotto.

Itinerario: Percorso di lunghezza pari a 12,5 km circa. Piazzale del Faggiotto (920 m) – Sasso di Castro (1276 m) – Monte Rosso (1197 m) – I Sassarelli (1100 m) – Monte Freddi (1277 m) – Monte Beni (1264 m) – Covigliaio (862 m).

Ritorno: da Covigliaio alle ore 16:00 circa con arrivo previsto a Calenzano alle ore 17:30 circa.

Note: mezzi propri e costi condivisi. Pranzo a sacco. Scarpe con suola scolpita e abbigliamento adeguato. Bastoncini sempre consigliati.

Direzione gita:

SCARICA la locandina per la stampa.

Compila il form per richiedere informazioni sull’evento