Durata
5h
Dislivello
600 m
TC/TC

DESCRIZIONE ITINERARIO

Siamo sulla Costa degli Etruschi, in una zona molto apprezzata in tutte le stagioni, primavera compresa. Partiremo dal parcheggio accanto al ponte di Marina di Cecina. Percorreremo il lungomare di Marina fino all’ingresso della Riserva Biogenetica del Tombolo di Cecina con i suoi viali ombreggiati da splendidi pini marittimi. Uscendo dal Tombolo, dopo pochi chilometri di strada asfaltata (tra cui il duplice filar di cipressi) arriviamo a Bolgheri, antica dimora dei Conti Della Gherardesca, dove visiteremo il paese. Tra strade sterrate e una verdeggiante campagna sarà curioso visitare i ruderi del Mulino Vecchio. Vi racconteremo la Leggenda di Aginulfo, tiranno medievale, che nel 774 d.C. rapì una giovane fanciulla. Dopo un racconto di storia saliremo in una comoda carrereccia, verso il Belvedere della Macchia della Magona, ammirando la sottostante campagna e la costa. Scendendo, faremo una breve visita all’antico Mulino del Cardellino. Dopo aver visitato Bibbona, invece di prendere la strada dei Tre comuni, andremo alla stupenda Necropoli delle Tane detta anche Grotte Gialle, un insieme di cunicoli, che a volte terminano in locali simili a stanze, usate come luogo di sepoltura. All’entrata sono scolpite strane forme, probabilmente realizzate dagli Etruschi, che sembrano caricature grottesche di parti di esseri umani o animali. Percorrendo strade vicinali arriveremo a Poggio i Sugheroni per poi rientrare su ciclabile, a Marina di Cecina.

PartenzaVia C. Ginori 76 57023 Marina di Cecina (Li)  Ritrovo alle ore 9:00 e partenza entro le ore 9:30.

Distanza: 56 km

Dislivello: 600 m

Tempo: 6 h 30’

Difficoltà: TC/TC

Ciclabilità: 100% sia in salita che in discesa

Ritorno: a Marina di Cecina previsto per le  ore 14.30

Note: Pranzo a sacco. Viaggio in autonomia.

Dotazione Tecnica: Mountain Bike in buono stato di efficienza (freni e gomme in particolare), con gomme scolpite, kit di riparazione, camera d’aria. Uso obbligatorio del casco durante tutto il percorso.

Regolamento cicloescursionismo: accessibile attraverso il seguente link

Classificazione Difficoltà TC (per cicloescursionisti di discreta capacità tecnica): Percorso su strade sterrate dal fondo compatto e scorrevole, di tipo carrozzabile: sterrati inghiaiati, tratturi inerbiti o di terra battuta senza solchi o asfaltate, cementate, acciottolate, lastricate. Richiede un uso corretto del mezzo e capacità ciclistica di base

Gita organizzata dalla Sezione CAI di Scandicci, Direttore Germano Fabris 

Quote iscrizione: Soci CAI 4€, Non Soci CAI 12,50€ (per polizza obbligatoria)

Referenti per CAI Sesto Fiorentino:

FAI l’iscrizione a questo link (con termine giovedì 29 febbraio)

SCARICA la locandina per la stampa

Compila il form per richiedere informazioni sull’evento