Gita da realizzare con mezzi propri. Possibilità di partecipare alla sola uscita del sabato o della domenica.

Monte Sordo – sabato 12

Partenza dal parcheggio Carrefour di Calenzano alle ore 06.00. Arrivo previsto a Final Borgo alle 9,30 circa.
Il trek di oggi ci permetterà di conoscere uno dei borghi più noti del Finalese, Final Borgo. Un’antico nucleo medievale circondato da mura quattrocentesche, tutt’ora intatte, recensito come uno dei comuni più belli d’Italia. Avremo modo di ammirare il Castel San Giovanni, costruito nel 1640 per rafforzare le difese dagli spagnoli, e il Castel Gavone, imperiosa struttura a dominio del golfo di Finale Ligure, adesso in ristrutturazione. Due grotte di rara bellezza, la Grotta dell’edera e l’enorme grotta della Pollera. Godremo di un panorama mozzafiato dal Bric del Frate (387 mt).

Itinerario: Dalla piazza del Tribunale di Final Borgo si inizia a salire lungo l’antico tracciato della strada della Regina, inizialmente lastricata da coloratissimi mattoncini rossi che successivamente lasciano spazio all’antico lastricato di pietra e lavagna. Si toccano Castel S. Giovanni e le rovine del Castel Gavone. Si passa quindi dalla frazione di Perti, con la chiesa di S. Eusepio e percorrendo la carrozzabile asfaltata ammireremo la stupenda chiesa Dei Cinque Campanili. Si continua percorrendo la Valle Utra sino al caratteristico nucleo di Case Valle.(Colore Ocra). Si prosegue fino a raggiungere la base della parete rocciosa nei pressi dell’entrata inferiore della Grotta dell’Edera (chi vuole con l’aiuto di corde fisse e frontale può entrare nella parte interna della grotta). Costeggiando delle pareti rocciose d’arrampicata si arriva poi all’ingresso della grotta della Pollera (chi vuole con l’aiuto di frontale può ispezionare la grotta fino ad una piccola stanza intermedia).
Dopo aver raggiunto la val Ergea e la vetta del bric del frate, si raggiunge l’itinerario percorso all’andata che riporta a Final Borgo.

Tempo: 5 h complessive

Difficoltà: E + EE (alcuni tratti)

Per coloro che intendono effettuare la sola gita del sabato è previsto il rientro a Calenzano per l’ora di cena. Per chi resta due giorni: soggiorno presso Hotel San Giuseppe di Finale Ligure.

Ferrata degli Artisti – Domenica 13

Per chi effettua la gita della sola domenica: partenza dal parcheggio Carrefour di Calenzano alle ore 06.00 con mezzi propri.

In provincia di Savona, si trova la seconda montagna più elevata delle alpi liguri: il Bric Agnellino (1335 m). Sulla sua cresta est, chiamata costa dei Balzi Rossi per la caratteristica colorazione della roccia, si sviluppa la via ferrata degli Artisti.
Questa via ferrata è così definita per la presenza sul percorso di varie pitture rupestri ad opera di Mario Nebiolo, un alpinista con la passione della pittura o viceversa. La suddetta ferrata è famosa anche per il traballante ponte tibetano lungo 40 metri.
Partenza dell’escursione per tutti: da Isallo alle 9,30 circa.

Itinerario: Cà dell’Erscio (675 m) – Costa dei Balzi Rossi (1309 m) – Bric Agnellino (1335 m) – discesa per sentiero segnato, non numerato Cai, fino a Isallo.

Dislivello: circa 650 metri

Tempo: 5 h complessive

Difficoltà: EEA

Ritorno per tutti: Da Magliolo partenza ore 17 con arrivo previsto a Calenzano per le 20.30

Note: Pranzo al sacco. Indispensabili casco, imbraco e set da ferrata omologato.

Direzione gita: Gianni Bruno giannibruno.fi@gmail.com (tel. 331.3652307) – Simone Dal Pino simonedalpino@mgdeassociati.it (tel. 3395631735) – Sonia Rossi sonia57@hotmail.it (tel. 3663391827)

Scarica la relazione del giro del Monte Sordo e della Ferrata degli Artisti