Il Monviso con i suoi 3841 m, si staglia nettamente sull’orizzonte delle Alpi Cozie costituendo la cima più elevata e rinomata. Sorge isolato e maestoso e pur non raggiungendo la fatidica quota 4000, si dimostra ancor oggi una montagna dall’aspetto alquanto severo ed impegnativo sulla quale si sono misurati nomi che oggi fanno parte indelebile della Storia dell’ Alpinismo.

Sabato
– Partenza ore 5,30 con autobus dal parcheggio del Carrefour di Calenzano, (presso casello autostradale) arrivo a Crissolo alle 12,00 circa, bus navetta da Crissolo per Pian del Re 2020 m. Dal parcheggio di Pian del Re si imbocca il sentiero in direzione sud verso le imponenti sagome del Monviso e del Visolotto e si giunge alle sorgenti del Po, da qui ha inizio una ripida mulattiera che sale al lago Fiorenza (2113 m, 20 minuti). Si costeggia il lago a sinistra, il sentiero ricomincia a salire fino ad arrivare su un ampio vallone sul quale in fondo si raccoglie il lago Chiaretto (2264 m). Il sentiero prosegue e si aggira il Viso Mozzo e si giunge al Colle di Viso (2650 m). Ancora un breve tratto porta al Rifugio Quintino Sella (2640 m). Tempo complessivo 2h30’ , dislivello 620 m.

Domenica
Itinerario A. Rifugio Q. Sella, Vetta del Monviso per la via normale. (alpinistico)
Salita: Ore 4,30 partenza dal Rifugio Q. Sella, (indossare imbraco, casco e frontale) si raggiunge il Passo delle Segnette in un’ ora circa dal rifugio, seguendo prima un buon sentiero che conduce alla base del canalone sottostante il Passo. Qui il sentiero si fa sempre più ripido ed impegnativo fino a raggiugere il passo. La salita è agevolata dalla presenza di catene. Dal passo della Sagnette (2991 m) si scende nel Vallone delle Forcioline e poi seguendo i numerosi ometti, si attraversa la conca che un tempo era occupata dal ghiacciaio, fino alla costruzione metallica del Bivacco Andreotti (3225 m, utilizzabile solo in caso di emergenza). Appena sopra il bivacco si raggiunge quello che resta del minuscolo Ghiacciaio Sella, che si rimonta fino ad incontrare una cengia, dalla quale si piega a destra seguendo i segni gialli che conducono fino alla vetta. Si raggiuge una spalla della cresta sud-est, dalla quale si vede il Rifugio Q. Sella. Da qui si aggira un gendarme, chiamato “ Testa dell’Aquila” e si guadagna la Cresta Est per seguirla fino in vetta.
Nel tratto finale della salita, (dal Bivacco Andreotti alla vetta del Monviso) dovremo affrontare alcuni passaggi di roccia, mai troppo difficili ( max II e III grado) spesso aggirabili su un terreno tuttavia molto infido perché composto da cenge alquanto scivolose a causa dei detriti che vi sono cosparsi e su rocce mai troppo salde e stabili. Tempo complessivo 5h, dislivello 1200 m, difficoltà PD- .
Discesa: Dalla vetta del Monviso stesso itinerario della salita fino a Pian del Re. Tempo complessivo 7h, dislivello 1820 m.
Note Tecniche: La normale al Monviso è un’ascensione alpinistica in piena regola che presenta un notevole sviluppo, grande dislivello, quota elevata, numerosi passaggi esposti, tecnicamente facili solo per chi ha una certa dimestichezza con la roccia. La presenza di altre comitive lungo il percorso aumenta il pericolo di caduta sassi, sempre e comunque altissimo, la velocità del gruppo e quindi una buona preparazione fisica sono essenziali per la buona riuscita della salita. I partecipanti dovranno essere attrezzati in maniera adeguata.

Itinerario B. Rifugio Q. Sella, Rifugio dell’Alpetto, Crissolo Villa.Partenza dal Rifugio Q. Sella alle ore 8,00 in direzione sud, per il sentiero V24 in direzione del Rifugio dell’ Alpetto (2268 m), poco prima di giungere a questo il sentiero si immette nel tracciato del GTA (Grande Traversata Alpina) per abbandonarlo poco dopo il rifugio (visita al piccolo museo interno) per il sentiero in direzione dei Laghi di Prato Fiorito fino ad incontrare il Rio Pisal, svoltiamo a destra verso la diruta Casa del Vallone (2000 m). Scendiamo ancora e oltrepassiamo la base della Punta Gardetta, ora il sentiero si mantiene sulla sinistra orografica della Comba delle sbarrine (torrente) fino a guadare la Comba delle Contesse (torrente) a 1700 m circa. Poco sotto giugiamo ai fabbricati di Meire Belmasse e Meire Fornai entriamo nel bosco e poco dopo arriviamo a Crissolo Villa.
Tempo complessivo 4h circa, dislivello in discesa 1322, difficoltà E

Direttori: Cesare Bartolozzi, cesare.bartolozzi@yahoo.it (329.2755619) – AE Fabiano Magi, magifabiano@gmail.com (366.3906698)

Costo d’iscrizione: Il prezzo della gita comprende il viaggio in pullman, il trattamento di mezza pensione e il bus navetta. Poiché il Rifugio Q. Sella è molto frequentato, l’organizzazione prenoterà il rifugio in largo anticipo pertanto chi è interessato dovrà iscriversi alla gita e versare la quota entro il 15 Luglio.