Dato l’impegno dell’uscita e la necessità di programmazione pubblichiamo in largo anticipo il programma della salita alla Piramide Vincent.

Piramide Vincent (4215 m) è un elegante cima di roccia e ghiaccio, che si innalza tra la Punta Giordani e il Colle Vincent. Come una vera piramide ha quattro creste che formano altrettanti versanti: quello NO è costituito da pendii nevosi raccordati con il ghiacciaio del Lys, ed è il più semplice, quello NE ha una ripida parte con ghiaccio e costole rocciose, sopra il selvaggio circo all’origine del ghiacciaio delle Piode; quello meridionale è in parte nevoso, coperto da pendii superiori del ghiacciaio dell’Indren; infine, la parete SO è pure caratterizzata da affioramenti rocciosi, ed è ben visibile dai sottostanti rifugi Città di Mantova e Gniffetti. Prende il nome dal suo primo salitore J.N. Vincent, di Gressoney, ingegnere e proprietario di miniere d’oro nel vallone d’Idren. Prima ascensione da S. Johan Nicolas Vincent, con due minatori ed il cacciatore di camosci Jacques Castel, il 5 Agosto 1819.

Sabato: partenza da Calenzano presso il parcheggio Carrefour alle ore 4 per Stafal, con arrivo previsto per le ore 10

Itinerario: Partenza da Stafal con Telecabina Stafal – Gabiet + Telecabina Gabiet – Passo dei Salati + Funifor Passo dei Salati – Indren. In evidente traverso vero sinistra, percorreremo la parte iniziale del ghiacciaio d’Iidren e successivamente per tratti misti roccia e neve arriveremo al rifugio Citta di Mantova (3470 m) dove pernotteremo.

Tempo: 3 h

Difficoltà: F

Dislivello: 210 m

Domenica: Partenza presto (ore 6) con obbiettivo Piramide Vincent (4215 m) per il versante Nord Ovest (Via Normale). Lasciato il rifugio Citta di Mantova, inizieremo la nostra salita lungo il ghiacciaio del Garstelet fino al rifugio Gniffetti (3611 m). Passato il rifugio Gniffetti, si ripercorre il ghiacciaio verso NE, in direzione della Piramide Vincent, poi verso N su dolci pendii del ghiacciaio del Lys, superando la seraccata che si ha sulla dx e prima di giungere al roccione del Balmenhorn si piega a dx nel leggero avvallamento che porta al Colle Vincent. Prima di questo colle si sale piegando gradualmente a dx sul largo pendio NO che termina sulla calotta sommitale Piramide Vincent (4215 m). La discesa viene effettuata seguendo la solita traccia della salita, fino a raggiungere la telecabina che con i suoi tre tronconi ci riporterà a Stafal.

Tempo complessivo: 7 h

Difficoltà: F +

Dislivello: 955 m

Ritorno: Da Stafal all’incirca alle ore 15 con arrivo previsto a Calenzano alle ore 21 circa.

Note: Al Rifugio Città di Mantova è previsto il trattamento di mezza pensione. I partecipanti alla gita devono equipaggiarsi obbligatoriamente di: casco, imbragatura bassa, N.D.A., mezza corda da 60 metri e comunque tutto ciò che sia ritenuto necessario in relazione al percorso previsto. Gli iscritti dovranno compilare il modulo per il consenso informato e indicare le principali esperienze alpinistiche di alta quota relative agli ultimi due anni. In caso di maltempo le date potranno essere anticipate o procrastinate di una o più settimane.

Iscrizioni tassative e versamento caparra di € 20,00 entro il 31 maggio

Modulo di iscrizione e modulo consenso informato

Mezzi: L’uscita verrà fatta con mezzi propri e spese di viaggio condivise tra gli occupanti dell’auto.

Direttori: AIA Gianni Bruno, 331.3652307, giannibruno.fi@gmail.com
IA  Andrea Angelini, 333.4348858  aangelini2002@virgilio.it