Domenica 29 marzo 2020

Il Padule di Fucecchio è la più grande palude interna italiana. Circondato da ambienti naturali pregevoli come il Lago di Sibolla e le zone collinari di Monsummano, del Montalbano e della Valdinievole, offre suggestivi percorsi sia dal punto di vista florofaunistico che paesaggistico.

Data la sua particolare morfologia, il Padule di Fucecchio ha sempre avuto nei secoli una grandissima importanza strategica ed ha rappresentato un sistema naturale di difesa nei confronti delle minacce che via via le popolazioni dei luoghi si sono trovate ad affrontare.

Numerose, infatti, anche le testimonianze storiche a partire dalle vicende legate alla Via Francigena fino alla seconda Guerra Mondiale, quando la zona fu teatro di uno dei più crudeli eccidi di civili ad opera dell’esercito nazista.

Posti limitati a 25 persone
Escursione a piedi di circa km 10 con classificazione E
Mezzo di trasporto: auto proprie con costi condivisi come da regolamento CAI
Occorrente: scarpe da trekking, pranzo a sacco, acqua, binocolo e macchina
fotografica (facoltativi), necessario per ripararsi dalla pioggia

Programma:

  • Ritrovo alle ore 7.20 presso il parcheggio Carrefour di Calenzano e partenza in direzione Chiesina Uzzanese – Massarella.
  • Arrivo al parcheggio di Massarella (frazione di Fucecchio), che per la posizione collinare può essere definita „terrazza sul Padule“, dove incontreremo la guida locale dell’Associazione il Padule che ci accompagnerà durante l’escursione.
  • Inizio escursione con la visita della locale chiesa con i recenti affreschi di Romano Stefanelli (allievo di Annigoni) in particolare la „Crocefissione“ ambientata dall’autore proprio nel Padule. Il giro ad anello proseguirà a piedi nel bacino palustre, (lato Provincia di Firenze, incluso nella Rete Natura 2000 quale area attigua della Riserva Naturale istituita dall’Amministrazione Provinciale di Pistoia) su strade sterrate e sentieri sugli argini per ammirare la caratteristica vegetazione e peculiarità floristica; il Padule rivestendo un ruolo fondamentale nelle rotte migratorie fra la costa tirrenica e l’interno consente di osservare ben 200 specie di uccelli offrendo quindi spunti per gli appassionati di birdwaching e fotografia naturalistica soprattutto durante il passo primaverile. Oltre alle ricchezze dei paesaggi e della natura conserva anche il fascino delle vicende storiche legate alle grandi famiglie dei Medici e dei Lorena; testimonianza dell’opera dell’uomo sono i canali e porti quali segni di antichi sistemi di idrovie, fulcro di regimazione delle acque e della pesca
  • come il Ponte mediceo di Cappiano, nonchè importante passaggio sulla Via Francigena, ed il complesso della Fattoria Dogana del Capannone , principale approdo della Valdinievole; inoltre importanti edifici dell’archeologia industriale. Disseminate sui casotti e lungo gli argini si incontrano lapidi che raccontano storia più recente: il barbaro eccidio
  • perpetrato dai nazisti il 23 agosto 1944.
  • Sosta per il pranzo a sacco presso l’area attrezzata „Casotto del Sordo“.
  • Breve escursione sull’acqua (facoltativa) a bordo dei tipici „barchini“ con visita dell’Osservatorio faunistico „Giovanni Pellegrini“.
  • Ritorno al parcheggio di Massarella e termine del percorso a piedi.
  • Trasferimento con le macchine alla Dogana del Capannone, di proprietà del
  • Comune di Ponte Buggianese e recetemente restaurata; l’edificio risale al xvi secolo come dogana tra Firenze e Lucca, in seguito divenuto complesso architettonico polifunzionale quale magazzino di cereali e cantiere per la costruzione di imbarcazioni. Poi trasferimento nel centro del paese di Fucecchio dove sarà possibile visitare la Fondazione Indro Montanelli ubicata proprio nella casa natale dell’illustre giornalista scomparso. Termine della gita e rientro al parcheggio Carrefour di Calenzano.

Quota iscrizione gita:

€ 20,00 soci

€ 27,00 non soci

Comprende:

  • quota CAI di partecipazione
  • guida ambientale
  • assicurazione per i non soci

NON comprende:

  • il pranzo
  • il giro in barchino (€5,00 a persona)
  • eventuali ingressi x le visite ai monumenti
  • le spese di viaggio e quanto non espressamente indicato nel programma

Le iscrizioni possono essere effettuate in sezione o contattando direttamente i direttori di gita: Tiziana Bellini (0554212370 tiziana.be@virgilio.it) e Elisabetta Tombelli (0554211670 elitombelli@gmail.com). E’ necessario indicare un recapito telefonico ed un indirizzo mail. Per i non soci è richiesta la data di nascita per l’attivazione della forma assicurativa. Entro la data di chiusura delle iscrizioni – 24 marzo 2020 dovrà anche essere versata la quota di iscrizione, direttamente presso la sede sezionale in Via Veronelli, 3 Sesto Fiorentino nei giorni di apertura: lunedì e venerdì dalle ore 21.15 alle ore 23.00 oppure mediante bonifico bancario (IBAN IT52L0867338100044000400576 Chianti Banca Ag. Sesto Fiorentino).

Per motivi organizzativi, in sede di iscrizione, è richiesta la manifestazione di interesse per il giro in barchino (facoltativo).

Direzione gita: Elisabetta Tombelli, tel. 055.4211670 elitombelli@gmail.com Tiziana Bellini tel 055 4212370 tiziana.be@virgilio.it